Finiture Firmate

Il blu e le sue sfumature da Kandinskij a… Paletti Angelo & C.

Kandinskij nelle sue opere espone le sue teorie sull’uso del colore, proponendo un nesso strettissimo tra opera d’arte e dimensione spirituale. Il colore può avere due possibili effetti sullo spettatore: un effetto fisico, superficiale e basato su sensazioni momentanee, determinato dalla registrazione da parte della retina di un colore piuttosto che di un altro; un effetto psichico dovuto alla vibrazione spirituale attraverso cui il colore raggiunge l’anima. Esso può essere diretto o verificarsi per associazione con gli altri sensi. L’effetto del colore é determinato dalle sue qualità: il colore ha un odore, un sapore, un suono. Kandinskij utilizza una metafora musicale per spiegare quest’effetto: il colore è il tasto, l’occhio è il martelletto, l’anima è un pianoforte con molte corde.

Il colore, come ci viene insegnato, può essere caldo o freddo, chiaro o scuro. Questi quattro “suoni” principali possono essere combinati tra loro: caldo-chiaro, caldo-scuro, freddo-chiaro, freddo-scuro. Il punto di riferimento per i colori caldi è il giallo, quello dei colori freddi è l’azzurro. Alle polarità caldo-freddo, Kandinskij attribuisce un doppio movimento: uno orizzontale ed uno radiante. L’azzurro è dotato di un movimento orizzontale che lo fa indietreggiare dallo spettatore ed è dotato di un movimento concentrico perché si avvolge su se stesso, esso crea un effetto d’immersione e attira lo spettatore. Per questo la Paletti Angelo & C. S. N.C. lo utilizza per le pareti delle camere dei bambini dove il mare ed i suoi animali sono i protagonisti!

Non solo! La Paletti Angelo & C. S.N.C., in linea con Kandinskij e alla teoria del colore da lui elaborata, propone il blu e le sue tonalità, per interni ed esterni, come il colore della vibrazione che tocca le corde dell’interiorità, e suscita sensazioni ed emozioni paragonabili a strumenti musicali. L’azzurro è il blu che tende ai toni più chiari, è indifferente, distante, come un cielo artistico; è paragonabile al suono di un flauto.

Il blu è il colore del cielo, è profondo; quando è intenso suggerisce quiete, quando tende al nero è fortemente drammatico, quando tende ai toni più chiari le sue qualità sono simili a quelle dell’azzurro, se viene mischiato con il giallo lo rende malto. In genere è associato al suono del violoncello.

Sì! Queste sensazioni le potete esprimere qui da noi… senza riserve e preoccupazioni!